CookEatShare è inoltre disponibile in English
Chiudi

Ricetta Tempura Invernale

Clicca per votare
Un voto | 926 visioni

Ho utilizzato due pesciolini bianchi stagionali che in Giappone si trovano principalmente d'autunno ed inverno: Fugu, o "pesce palla", e Sanma, un piccolo luccio di mare. Il tempura si puo' fare con tantissimi altri pesciolini bianchi, gamberi, calamari, polpo e varie verdure (importante il taglio delle verdure, che mi riprometto di descrivere in altre ricette).

Tempo Preparazione:
Tempo di cottura:
Porzioni: 2
Marcatori (Tags):

Ingredienti

  • Per Tempura:
  • 1 bicchiere di acqua freddissima
  • 50 grammi di farina
  • 1 uovo
  • 200 grammi di pesce (nel mio caso Fugu e Sanma)
  • Olio vegetale come olio di girasole, ancora meglio Canola che e' piu' sano. Quanto basta per riempire una profondita' di perlomeno 4-5 cm nel wok o pentola apposita per tempura
  • Per Salsa "Tentsuyu":
  • 2dl brodo di pesce
  • 1dl di mirin
  • 1dl di salsa di soia

Istruzioni

  1. creare la pastella mescolando acqua, farina e uovo. Non mescolare troppo ma anzi lasciare qualche grumetto di farina ed assicurarsi che sia freddissima, altrimenti aggiungere qualche cubetto di ghiaccio. In Giappone si mescola con pochi giri di bastoncini, aggiungendo farina un po alla volta. Lo scopo e' creare una frittura croccante e leggera.
  2. Assicurarsi i pesciolini siano ben puliti. Se troppo grandi, come nel mio caso il Sanma, tagliarli in piu' parti (nel caso del Sanma che e' lungo circa 20-25cm 3 parti). Calamari, polpo e pesci che presendano una pelle un po' piu' grossa devono essere incisi con un coltello per evitare che durante la frittura "scoppino" ferendo chi si trova ai fornelli. Per chi non lo sapesse il fugu contiene del veleno e deve essere pulito da un esperto qualificato (nel mio caso l'ho comprato gia' pulito)
  3. Scaldare 4-5 cm di olio nel wok fino ad una temperatura di circa 160-180 gradi Celsius. Immergere i pesciolini nella pastella e poi gentilmente porli nel wok a friggere per circa 3 minuti. Importante che non siano fritti troppo e rimangano dal colore giallo leggermente dorato. I pezzettini di pastella che si staccano durante la frittura vanno rimossi frequentemente per evitare che si mescolino a nuovi pezzetti di pesce man mano che vengono aggiunti, come pure per evitare che diano un sapore di bruciato all'olio. A frittura ultimata riporre i pesciolini su carta assorbente per olio.
  4. La salsa di Tentsuyu: far bollire per 5 minuti in un tegamino il brodo di pesce, mirin (o in alternativa sake' e un cucchiaino di zucchero) e salsa di soia.
  5. Servire tempura in un piatto, salsa di tentsuyu in una ciotola. Si mangia con i bastoncini,dopo aver inzuppato nella salsa Tentsuyu.
  6. In alternativa alla salsa Tentsuyu si puo' utilizzare del semplice sale marino. NB. il sale marino non viene messo sopra ma in un mucchiettino (2-3 grammi) di lato al piatto o in un piattino molto piccolo. Con i bastoncini si prende il pesciolino e lo si appoggia sopra il sale per poi mangiarlo.
Come ti sembra questa ricetta?
Clicca per votare:
x

Link a Ricetta

Aggiungi Ricetta con larghezza di 400px (anteprima)

Aggiungi Ricetta con larghezza di 300px (anteprima)

Commenti

  • ormaistanco35
    13 Febbraio 2011
    Grazie David. Un saluto e l'augurio di "Bonne santé" ormaistanco

    Lascia una recensione o commento