CookEatShare è inoltre disponibile in English
Chiudi

Ricetta CAZUNCIELLI.

Clicca per votare
4 voti | 1245 visioni

Si tratta di un antico dolce che, secondo la
tradizione, era preparato a Natale in provincia
di Salerno. Ho trovato questa ricetta in un
pacco di fogli stampati, dedicati alla cucina,
raccolti da qualche provvida e sconosciuta
mano femminile della mia famiglia e ho
pensato possa interessare chi è come me...
alla ricerca del tempo perduto.

Tempo Preparazione:
Tempo di cottura:
 
Marcatori (Tags):

Ingredienti

  • Per la pasta:
  • 500g di farina bianca
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1/2 bicchiere di succo d'arancia
  • 3 uova
  • q.b. di acqua
  • Per il ripieno:
  • 500g di castagne lesse passate al setaccio
  • 150g di cacao in polvere
  • 200g di zucchero
  • 1 tazza di caffè ristretto
  • 1/2 bicchiere di liquore dolce
  • Per guarnire:
  • q.b. di miele e zucchero per la copertura
  • q.b. di olio per friggere
  • 1 uovo per spennellare

Istruzioni

  1. Preparare il ripieno amalgamando bene tutti gli ingredienti e tenere da parte.
  2. Stendere due sfoglie sottili di pasta.
  3. Spennellare con l'uovo la prima sfoglia e mettere un poco di ripieno su di porzioni di sfoglia di 5 cm. quadrati, lasciando libero un bordo
  4. di 2 cm attorno a ciascun mucchietto di ripieno.
  5. Spennellare la parte interna della seconda sfoglia che andrà posata sulla prima, come si fa per gli agnolotti.
  6. Con un bicchiere tagliare dei dischi aventi un diametro di 6 cm. e
  7. passare sui bordi la rotella per smerlettarli.
  8. Friggere i dischi nell'olio bollente, riunirli in un vassoio e cospargeli
  9. di miele e di zucchero.
Come ti sembra questa ricetta?
Clicca per votare:
x

Link a Ricetta

Aggiungi Ricetta con larghezza di 400px (anteprima)

Aggiungi Ricetta con larghezza di 300px (anteprima)

Recensioni

Commenti

  • ormaistanco35
    05 Novembre 2012
    Ciao Roberta, sono felice che la ricetta ti abbia ricordato tua nonna.
    • roberta
      05 Novembre 2012
      Fantastica ricettina!La conosco bene grazie a mia nonna della provincia di SA che le chiama "pasticelle", generalmente le preparava nel periodo elle catagne...cosi' erano sempre belle fresche fresche!Io per guarnire ho utilizzato anche della granella di nocciola...che bontà, quanti bei ricordi:)
      • ormaistanco35
        03 Dicembre 2010
        Grazie "pol ", temo che se continuerete così incomincerò a montarmi la testa. Bada che sono soltanto curioso e attento a ciò che vedo e sento, nulla di più. Accetto i complimenti, ma la mia
        è una passione che credo sia naturale per chiunque abbia compreso che anche la cucina fa parte
        della cultura di un popolo e poi, parliamoci chiaro, si tratta di un hobby al quale è molto facile....
        prendere gusto !
        • ormaistanco35
          01 Dicembre 2010
          Angelo, ti ho trovato la ricetta di Amor Polenta, ti ho inviato la notizia sul tuo sito. Ciao.

          Lascia una recensione o commento